Iscriversi all'Università

Possono accedere all’università in Italia i cittadini stranieri sia residenti all’estero che quelli regolarmente soggiornanti sul territorio italiano.

I cittadini stranieri residenti all'estero

I cittadini stranieri residenti all'estero potranno accedere ai corsi universitari chiedendo il visto d'ingresso per studio. Ogni anno, entro il 31 dicembre, gli atenei stabiliscono il numero dei posti da destinare all’immatricolazione degli studenti stranieri ai corsi di studio universitari, per l’anno accademico successivo. L’ammissione è comunque subordinata alla verifica delle capacità ricettive delle strutture universitarie ed al superamento delle prove di ammissione. L’elenco dei posti riservati agli studenti stranieri sono pubblicati sul sito: http://www.studiare-in-italia.it/studentistranieri/.

Le competenti rappresentanze diplomatiche o consolari italiane, ai fini dell’accesso agli studi universitari, rilasciano le dichiarazioni sulla validità locale dei titoli di scuola secondaria del Paese di origine, fornendo contestualmente informazioni sulla scala di valori e sul sistema di valutazioni locali cui fa riferimento il voto o il giudizio annotato sul titolo di studio.

I cittadini stranieri residenti in Italia

I cittadini stranieri residenti in Italia potranno accedere ai corsi universitari, a parità di condizioni con gli studenti italiani se:

  • se sono residente in Italia e titolare di permesso di soggiorno di lungo periodo o di permesso di soggiorno per lavoro subordinato, per lavoro autonomo, per motivi familiari, per asilo politico o umanitario e per motivi religiosi;
  • se sono regolarmente soggiornanti in Italia da almeno un anno e in possesso di titolo di studio superiore conseguito in Italia;
  • se sono residenti ma titolari di diploma finale di scuole italiane all’estero o di scuole straniere o internazionali, funzionanti in Italia o all’estero, oggetto di intese bilaterali o di normative speciali.

I corsi di Laurea (primo ciclo) hanno durata triennale mentre i corsi di Laurea Magistrale (secondo ciclo) si distinguono in: Laurea Magistrale della durata di un biennio successivo al corso di Laurea e Laurea Magistrale a ciclo unico di durata quinquennale o sessennale (ovvero Medicina e chirurgia, odontoiatria, veterinaria, architettura a ciclo unico, giurisprudenza e restauro).

Le Università nelle Marche:

Fonte: Regione Marche Istruzione, Studiare in Italia

Ultima modifica il Venerdì, 03 Agosto 2018 16:01